Buttare il bambino insieme all’acqua sporca


    di  Paolo  Giardina Una metafora che ci aiuta a comprende molto l'attuale situazione politica. Buttare il bambino insieme all'acqua sporca. Il riferimento è alle grandi opere... tutte finalizzate alla spartizione tangenti. Sono decine gli esempi dagli anni 70 del secolo scorso in poi. Ecco, considerato che in tutte le grandi opere si manifesta la più … Leggi tutto Buttare il bambino insieme all’acqua sporca

Il Governo del Cambiamento… climatico.


    di  Paolo  Giardina In questi giorni il capo carismatico e fondatore del Movimento Cinque Stelle Beppe Grillo durante il suo spettacolo si è soffermato sul tema “delicato” dei cambiamenti climatici. "Non credeteci. Ho visto le foto del bellunese, alberi caduti tutti uguali, pareva l'Ikea. La verità è che le catastrofi sono il nostro Pil, costruiamo … Leggi tutto Il Governo del Cambiamento… climatico.

La storia del “sessismo”… a convenienza.


    di  Paolo  Giardina Questa storia dell’indignazione popolare a convenienza sull’utilizzo del linguaggio non va. Almeno dovrebbe esprimersi nell’assoluta “uguaglianza”. Invece no, nasconde e rappresenta qualcosa di costante nella nostra quotidianità, la lotta politica. Ci si indigna soltanto per i risvolti che l’indignazione può determinare nella raccolta del consenso. Gli indignati dovrebbero avere la “dignità” della … Leggi tutto La storia del “sessismo”… a convenienza.

E se avesse ragione Luigino?


    di  Paolo  Giardina Dal "particolare al generale". La vicenda politico-giudiziaria legata alla Sindaca della Capitale Virginia Raggi è un ulteriore dimostrazione di come oggi, nelle dinamiche della politica italiana, abbia un peso non indifferente la magistratura. Il “disposto combinato” di due elementi determina, a partire dall’inizio degli anni ’90, l’avvio di una nuova stagione politico-giudiziaria, non … Leggi tutto E se avesse ragione Luigino?

Un’opposizione senza partiti.


Tutta la politica italiana si è ridotta nell’insignificante “a favore o contro" (mica prima era diverso, c’erano altri soggetti). Ancora una volta l’Italia rotola attorno a se stessa, come un trottola, ecco giochiamo a “trottola”. Il gioco può durare all’infinito, incuranti del fatto che mentre noi giochiamo il mondo va avanti, prosegue, si muove, modificandosi attimo … Leggi tutto Un’opposizione senza partiti.

L’aria che tira… brutta


    di  Paolo  Giardina Intervistata a “L'aria che tira” su La 7, Barbara Lezzi, ministro del Governo del Cambiamento, ha dichiarato: “Ricerca scientifica, i cittadini vanno informati a 360 (370) gradi tramite il servizio pubblico”. Tutto il “fattaccio”... si è consumato su Autorevoli esponenti politici e comuni cittadini hanno ironizzato su quanto “sembrava”... 370 gradi... “La … Leggi tutto L’aria che tira… brutta

Il valore della diversità. Un’idea platonica


Di tanto in tanto, qualcuno racconta di aver visto gli... "UFO". Però, che fortuna, essere a contatto con il massimo della diversità.  Gli “UFO” esistono, forse... e se fosse... non potranno mai esserci uguali, saranno diversi da noi. Questa immaginata diversità che ci inquieta. Ora, l’elemento che maggiormente desta meraviglia risiede nella certezza che tutti … Leggi tutto Il valore della diversità. Un’idea platonica

Esiste un’unica soluzione: la “Politica”.


E si, occorre fantasia… e un passo indietro nel tempo. Immaginiamoci in Grecia, quella che ha insegnato la cultura al mondo.     A quei tempi si interrogava l’Oracolo, fonte di saggi consigli, un’autorità infallibile. Il più prestigioso era quello di Delfi, “omphalòs” del mondo, un santuario dedicato al Dio Apollo. Si andava lì, per … Leggi tutto Esiste un’unica soluzione: la “Politica”.

La scuola sbagliata.


    di  Paolo  Giardina “Nel mezzo del cammin della ... "Scuola"... ci ritrovammo per una selva oscura, ché la diritta via era smarrita”. Tutti gli "studi sulla scuola" piazzano l'Italia all'ultimo posto. Eppure la politica continua ad occuparsi di "scuola". Chiaramente si tratta della "scuola sbagliata". Il nostro paese è al 33 posto su 35 per … Leggi tutto La scuola sbagliata.

Gli antichi siamo noi, approfittiamone.


Se l'uomo nella sua infanzia è inesperto e incapace di comprendere il mondo che lo circonda, mentre l'anziano è navigato dall'esperienza e capace di rapportarsi con ciò che lo circonda, la stessa cosa vale per l'umanità. Gli antichi rappresentano l'infanzia del mondo e non la vecchiaia, esclamava Francesco Bacone. Tutto questo significa che noi, umanità … Leggi tutto Gli antichi siamo noi, approfittiamone.

Abusi, condoni e… complotti.


Perché ci ricordiamo del maltempo soltanto quando fa maltempo? L’abusivismo – al pari di una doppia fila o di una falsa pensione – è una pratica di cui spesso il cittadino si serve per farsi gli affari propri. Mentre il condono rappresenta per la politica un modo diretto per conquistare o mantiene il potere. Ogni … Leggi tutto Abusi, condoni e… complotti.

Sembrano vere…


Ha suscitato molto scalpore la videointervista pubblicata su Facebook dal Movimento 5 Stelle all'ex presidente dell'Eurogruppo Jeroen Dijsselbloem. Nel video l'olandese avrebbe invitato i mercati a speculare sui titoli italiani. Ma... la traduzione originale non coincide.  Intanto la notizia è "passata" regalando orgasmi cosmici al popolo dei complottisti. Qualche anno fa "girò" sul web un video nel quale Yanis Varoufakis, l'ex … Leggi tutto Sembrano vere…

Il cambiamento… del copia e incolla…


Nell’attimo in cui scopriremo qual è stato “il primo concepimento in Oralità”, poi diventato manoscritto, sapremo con certezza su quale testo si basa quell’immensa attività di “copia ed incolla” dei periodi successivi. Scoprire il primogenito, “u nannuni”, è missione troppo importante. Allora, così come il pensiero filosofico è "una serie di note a margine su Platone", allo … Leggi tutto Il cambiamento… del copia e incolla…

La ballata dei numeri sulla Manovra del Popolo.


    di  Paolo  Giardina Esistono dei momenti nella vita durante i quali la matematica si fonde nella danza ed in uno si manifesta nel balletto delle cifre. Questi sono i giorni in cui a ballare sono i numeri della “Manovra del Popolo”. L’accordo non c’è. Non riusciamo ad accordare i numeri ed il suono che viene … Leggi tutto La ballata dei numeri sulla Manovra del Popolo.

La dispersione… della scuola


    di  Paolo  Giardina La Fondazione Openopolis ha dato i numeri... All’interno dell’Unione europea, l’Italia rientra tra i paesi dove il problema dell’abbandono scolastico è più consistente: il nostro Paese nel 2017 è infatti il quarto con più abbandoni (14%), dopo Malta (18,6%) Spagna (18,3%) e Romania (18,1%). Questo dato assume connotati allarmanti unito al livello … Leggi tutto La dispersione… della scuola

Tutte le “case”… portano a Roma.


    di  Paolo  Giardina Si può leggere la politica... con le “case”, meglio con lo "sfratto delle case". Bene, ci sono le case di Ischia, quelle del Ponte crollato di Genova... ma quelle romane sembrano più intriganti, hanno un sapore... capitale. Tre “case”, bastano tre "sfratti"... per capire la politica e soprattutto le reali differenze del … Leggi tutto Tutte le “case”… portano a Roma.

Il gioco delle tre campanelle applicato alla politica


Il gioco è semplice. Date tre campanelle ed una pallina, lo scopo è quello di indovinare sotto quale campanella si trova la pallina. Ora, più che un gioco è una truffa, il gestore del gioco, un abile “manovratore”, è così veloce nello spostare la pallina, da una campanella all’altra, che è impossibile indovinare e quindi vincere. Non solo, ma per la riuscita del gioco, il “giocoliere abile manovratore” ha un complice, il quale … Leggi tutto Il gioco delle tre campanelle applicato alla politica

Il “fardello del lavoro”…


L'intera storia dell'umanità, può essere letta in relazione a quel tentativo dell'uomo di limitare il “fardello del lavoro”. Questa verità è stata messa in luce da Hannah Arendt, ma sotto altri punti di vista, tutti i pensatori si sono cimentati con questa tendenza dell'uomo, tanto i materialisti quanto gli idealisti, ma nessuna analisi sfugge dalla … Leggi tutto Il “fardello del lavoro”…

Le solite “fantozzate” all’italiana.


    di  Paolo  Giardina Non esiste termine più adatto di “fantozzata” per comprendere in modo completo l'intera vicenda che passerà alla storia come il “decreto della manina”. Ora, la “fantozzata” è “un comportamento maldestro e impacciato, spesso con esiti grotteschi opposti a quelli desiderati”. Purtroppo, di questo si tratta. I protagonisti principali sono tre: Luigi Di … Leggi tutto Le solite “fantozzate” all’italiana.

I due… Governi.


    di  Paolo  Giardina Chi tra i due contraenti, Di Maio e Salvini, ha "portato a casa" il bottino... della manovra? In realtà il punto della questione è un'alro. Abbiamo due Governi. Abbiamo scoperto, finalmente, la differenza tra Alleanza e Contratto. In un alleanza si discute e si raggiungono obbiettivi comuni, si litiga, ma il Governo … Leggi tutto I due… Governi.

Parole… a scadenza.


    di  Paolo  Giardina Lo scontro tra l'Unione Europea e il Governo italiano prosegue. Mentre Matteo Salvini, “contraente1” del Contratto di Governo, ha sempre “sparato” a zero sugli “ubriaconi” europei, il Contraente 2, Luigi Di Maio, ha offerto lampi di tregua. A tal proposito, si ricorda il viaggio del Presidente della Camera, Roberto Fico, imparziale per … Leggi tutto Parole… a scadenza.

La libertà… lessicale”.


    di  Paolo  Giardina Nella conferenza stampa successiva al Consiglio Dei Ministri per la presentazione delle misure inserite nella manovra del popolo mi ha colpito un affermazione del Presidente del Consiglio. Giuseppe Conte: Condono? "Noi le chiamiamo definizioni agevolate. Voi chiamatela come volete, le scelte lessicali sono libere". Questa frase mi ha fatto venire in mente … Leggi tutto La libertà… lessicale”.

C’era una volta il … “pentito”.


    di  Paolo  Giardina I "pentiti", del presente e del passato, raccontano storie.  I pentiti di oggi "cantano", ed ogni nota... della musica, ogni parola... della canzone, ancor prima di essere verificata dai magistrati, viene "stampata" a caratteri cubitali sulle prime pagine dei giornali. Racconti verosimili che "riprendono" in modo assoluto fatti risaputi e di dominio … Leggi tutto C’era una volta il … “pentito”.

Il giornalismo libero e… gratis.


    di  Paolo  Giardina Alle minacce del Cambiamento, la “stampa” italiana si è coalizzata, ha fatto un bel "quadrettino"... nessuna voce fuori dal coro. Lo slogan: “Sostieni il giornalismo. Abbonati..”. La libertà di stampa è arrivata a questo punto... una raccolta fondi... Nell'epoca di internet, dell'informazione per tutti, “leggere” è diventato un fatto per pochi... intimi. … Leggi tutto Il giornalismo libero e… gratis.

Un uomo, un perchè… /3


    di  Paolo  Giardina "Censurato dalla Rai per aver parlato di liberalismo e fake news", queste le parole di Diego Fusaro, l'uomo del perchè. (leggi Un uomo, un perchè...1 e 2) Nella trasmissione di Gramellini "Le parole della settimana", nel bel mezzo di una "disquisizione" filosofica sulla "verginità" con tanto di supporto storico del pensiero è accaduto che ... salta il collegamento... … Leggi tutto Un uomo, un perchè… /3

Ma Zingaretti non è Messi.


    di  Paolo  Giardina Quando il Partito Democratico era al governo a Matteo Renzi bastava un "voto di fiducia" per annientare i suoi oppositori.  Ad oggi la cosa è più complicata. Nella "Piazza Grande" di Roma Nicola Zingaretti apre ufficialmente la sua Campagna Elettorale per la candidatura a segretario. Due gli aspetti essenziali del suo "programma", chiudere … Leggi tutto Ma Zingaretti non è Messi.

Da un lato i “buoni” e dall’altro i “cattivi”.


In Italia, sta nascendo una “guerra etica” che si traduce -come quella religiosa- inevitabilmente, in lotta per il potere.

INPUT > di Paolo Giardina

bv

Immaginiamo di leggere un romanzoe sul più bello si conclude, non c’è un epilogo.

Oppure un film, che ad un certo punto si interrompe, non per trasmettere la pubblicità, ma proprio finisce, senza seguito.

Sarebbe semplicemente “perfido”.

Ebbene, se questo non accade nei film e nei romanzi, si verifica puntualmente nella vita reale.

Infatti, le notizie di tutti i giorni, spesso sono in assenza di un finale.

La stranezza di queste notizie, o meglio dei fatti oggetto delle notizie, e che con il passare del tempo se ne perde la traccia, e non sappiamo mai il finale, a volte non c’è proprio.

Questo accadenelle storie della politica, che di fatto servono solo a fare un po’ di “caciara”, per raccattare qualche voto, vendere qualche copia di giornale, un paio di libri e qualche film.

Ogni tanto si legge di qualche indagine…

View original post 375 altre parole

Parodi. Lentiggini di dissenso.


    di  Paolo  Giardina Sonia Avolio, assessora con delega anche alle pari opportunità, di Fratelli d'Italia nel Comune di Cascina (Pisa), è la protagonista di un video che ha spopolato sui social. Un offesa pesante e "personale" a Cristina Parodi giornalista e conduttrice TV di lungo corso delle televisioni italiane, rea di aver detto che "l'ascesa di Salvini … Leggi tutto Parodi. Lentiggini di dissenso.

Giarrusso e la prova del cocomero.


    di  Paolo  Giardina Dino Giarrusso, ex inviato delle iene, ex trombato e ripescato a Cinque Stelle, in un post ha scritto: "I gruppi parlamentari del M5S sono quelli con più laureati e più titolati post-lauream. … luoghi comuni su gruppi di persone... questo è razzismo". No Dino... semmai questa è generalizzazione..., però...  Il modo più … Leggi tutto Giarrusso e la prova del cocomero.

Riace: Tutti “deportati”.


    di  Paolo  Giardina Con una circolare inviata al Comune calabrese e al prefetto di Reggio, il ministero dell'Interno ha disposto l'uscita degli stranieri ospitati nel paese. Il caso vuole che il dipartimento che si occupa della questione è quello "Per le libertà..." Nelle ventuno pagine della circolare si legge: ...un nucleo di nazionalità nigeriana registrato … Leggi tutto Riace: Tutti “deportati”.